Vetrate Panoramiche Scorrevoli Amovibili. Grazie al lavoro svolto da un nostro stimatissimo collega, una sentenza del TAR di Bari ha definitivamente sciolto questo “burocratese” problema.

Non è da poco, in quanto vengono sciolti, in primis tutti i dubbi dei possibili acquirenti. In seconda battuta, gli operatori del settore non saranno costretti a rispondere più volte al giorno su questo annoso quesito.

 

Forse, potremo liberarci da questo fardello e dedicare più tempo al miglioramento continuo dei nostri prodotti e, in questo caso delle vetrate panoramiche scorrevoli.

Aggiungiamo che anche il supporto di un team legale offerto gratuitamente da varie aziende, potrà pian piano scemare e quindi “riassorbire” costi inutili.

In altre parti dell’Europa hanno da anni capito l’importanza di queste chiusure di balconi, terrazzi, pergole, etc.

Strutture che non solo donano più spazio alla propria abitazione ma diventano di fatto anche una barriera formidabile per il risparmio energetico, sia a livello privato, sia collettivo.

Non si può parlare sempre di un mondo “green” se poi, anche le soluzioni più logiche vengono osteggiate e inghiottite da una burocrazia farraginosa e medievale.

Vetrate Panoramiche Scorrevoli Amovibili: questa sentenza assume un precedente estremamente decisivo.

La sentenza del TAR Puglia è chiara e senza ombre.

Riguardo al lavoro svolto dal nostro collega, la sentenza ribadisce con forza che l’installazione di vetrate panoramiche scorrevoli amovibili per la chiusura di balconi, terrazzi, nonché qualsiasi spazio esterno non comporta assolutamente un cambio significativo nella destinazione d’uso dello spazio preposto e rientra a tutti gli effetti nel glossario dell’edilizia libera (art. 6, comma 1, lett. E-ter, DPR 380/2001).

Quindi, il TAR su citato, ha condannato un comune della stessa provincia per aver negato l’installazione di questa tipologia di chiusura su un balcone condominiale.

Insomma, questa sentenza ha definitivamente fatto chiarezza e sarà un “grimaldello” formidabile per dire una volta per tutte: Le Vetrate Scorrevoli Panoramiche amovibili sono a norma di legge.

A noi, tutto sommato, (senza svilire il lavoro dei magistrati” ci sembra logico.

Questa tipologia di struttura, non essendo ancorata in nessun modo al pavimento o alle pareti laterali del balcone, non comporta nessun attrezzo complesso e/o specifico per smontarle. Questo comporta l’assoluta mancanza di qualsiasi danno all’impianto architettonico del palazzo condominiale.

C’è anche un altro fattore che noi riteniamo fondamentale. Ovvero: senza cadere in facili e speculative lectio magistralis, queste chiusure sono anche un argine verso le “polveri sottili” che puntualmente ogni anno sono la causa di migliaia di decessi e causa di gravi patologie non solo a livello polmonare.

Infine, possiamo tranquillamente “promuovere” le nostre vetrate come il top di gamma del settore. I nostri profili quasi invisibili dall’esterno e i vari componenti, tutti ideati e registrati a livello europeo, unitamente ad un investimento nella ricerca senza pari, rendono le nostre vetrate panoramiche amovibili, un elemento di “abbellimento” delle facciate e mai un disturbo della struttura architettonica originaria che le ospita.

Contattaci




vetrate per balconi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi