Le Vetrate Scorrevoli Panoramiche e l’Ecobonus.

In quest’ultimo Decreto del Governo, viene preso in considerazione un ampio e dettagliato contributo per far fronte ad una crisi climatica ed ambientale, ormai quasi fuori controllo.

È drammaticamente ufficiale, che il Coronavirus “Covid-19” e qualsiasi altro virus è trasportato dal particolato atmosferico.

Può diventare un possibile “indicatore” precoce di future recidive dell’epidemia da Covid-19.

(Studio effettuato da Sima, ricercatori dell’Università di Bari, Bologna e Trieste, e dell’ateneo di Napoli “Federico II”.)

Nella nostra limitata dimensione Medico-Scientifica avevamo già individuato questa possibilità in un articolo dell’8 marzo 2020, [👉Leggi l’articolo] apparso su un altro sito del gruppo.

La riflessione, appunto, era scevra da qualsiasi argomentazione scientifica ma si basava su una concreta e indiscutibile prova di “buon senso”.

A cosa si riferisce il Superbonus 2020 riguardo gli infissi e le vetrate scorrevoli?

Sembra, (anche se, ancora in discussione), che per ottenere il bonus del 110% i lavori dedicati alla realizzazione di lavori per un netto miglioramento della classe energetica, al momento rientrino soprattutto interventi di grandi entità (per esempio, il rifacimento di un intero stabile condominiale).

Pur tuttavia, rimane invariata la detrazione del 50% dedicata alle vetrate scorrevoli, per balconi, verande, serre bioclimatiche e quant’altro utile per diffondere stili di vita sostenibili, proteggendo il territorio e chi lo vive.

Riteniamo che oltre a snellire, (come promesso dall’Esecutivo) la burocrazia in Italia, che è un vero freno a mano per l’economia intera, ci si dovrà allineare allo standard europeo in ragione di una qualità di vita migliore, mettendo in atto tutte le possibili soluzioni per assicurare ciò a noi e le generazioni future (senza mediazioni e manovre burocratiche ormai desuete).

Vetrate Panoramiche Italiane assicura passaggi guidati, alla propria clientela dei quali, alcuni fondamentali:

  1. Al cliente, dopo aver “concluso” la parte tecnico-logistica della progettazione e realizzazione delle vetrati scorrevoli, viene proposto se vuole usufruire dello sgravio del 50%
  2. Sarà altresì comunicato, che lo sgravio, se accettato, comprende anche l’I.V.A. A tal punto, lo sgravio è sull’importo lordo.
  3. Allo scopo di rendere esecutivo lo sgravio, il pagamento dovrà essere sempre effettuato attraverso un bonifico bancario. La tracciabilità di questa operazione rende automatico lo sgravio fiscale. Per favorire il consumatore finale, alcune banche si sono già ampiamente attrezzate per un’operatività online.
  4. Altro elemento sostanziale e di grande rilevanza è che si possano fare più bonifici, purché sempre allo stesso modo e causalità.
  5. Una volta che il cliente ha in mano sia copie delle fatture che i dei bonifici, il tutto andrà consegnato al proprio commercialista o, in alternativa al CAF, per la dichiarazione dei redditi. di riferimento vanno consegnati a chi si occupa della dichiarazione dei redditi (caaf o commercialista o altro metodo)
  6. Questi documenti vengono raggruppati per anno solare (per esempio 2020, anno in corso). Lo sgravio sarà diluito nei successivi 10 anni a partire dall’anno successivo (esempio dal 2021),
  7. Quindi sarebbe un recupero del 5% all’anno.
  8. Se l’installazione delle nostre vetrate scorrevoli, avviene a cavallo dell’anno lo sgravio sarà splittato per anno solare.

LE RIVOLUZIONI CAMBIANO IL MONDO, MA LE EVOLUZIONI LO RENDONO MIGLIORE (CIT.).

Le Vetrate Scorrevoli di Vetrate Panoramiche Italiane, non solo il top dell’eleganza e del luxury ma anche un piccolo contributo per un ambiente più sano.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi